Microsoft Remote Server Administration Tools

Questo articolo è stato letto 9348 volte !

Amministrare in remoto i servizi dei server Microsoft come Active Directory, DNS, DHCP, Cartelle Condivise può risultare macchinoso qualora i servizi siano ospitati su più server; Connettersi in remoto ai vari server per accedere alle relative console di amministrazione può risultare tedioso e poco produttivo. E’ possibile centralizzare la gestione di un qualsiasi servizio server tramite console MMC su un qualsiasi client Windows XP o Windows 7 o Vista.

 

 

E’ sufficiente scaricare Microsoft Remote Server Administration Tools (RSAT)

Esempio d’installazione per Windows XP:

 

Dopo aver scaricato il pacchetto desiderato, collochiamo l’eseguibile in una folder temporanea, quindi  il file [b][i]adminpak.exe[/i][/b]

Confermiamo premendo il tasto [b][i]Esegui[/i][/b] per bypassare l’avviso di protezione

Scegliamo la directory dove scompattare, quindi premiamo il pulsante [b][i]OK[/i][/b]

Se la directory non esiste premiamo il pulsante [b][i]SI[/i][/b] per crearla

Eseguiamo doppio click sulla folder creata per dirigerci nel contenuto estratto

Laciamo il pacchetto installer eseguendo doppio click sul file [b][i]adminpak.msi[/i][/b]

Una volta partito il Wiziard proseguiamo premendo il tasto [b][i]Next[/i][/b]

Accettiamo i termini del contratto e proseguiamo prememndo il tasto [b][i]Next[/i][/b]

Al termine del Wizard concludiamo prememndo il tasto [b][i]Finish[/i][/b]

Ora premiamo il tasto [b][i]Start[/i][/b] –> [b][i]Tutti i programmi[/i][/b], quindi scegliamo [b][i]Strumenti di Amministrazione[/i][/b]. Come possiamo notare abbiamo tutti gli strumenti Server installati sul nostro client. Come esempio premiamo sull’icona [b][i]Utenti e Computer di Active Directory[/i][/b]

Un messaggio ci avviserà che per amministrare l’Active direcory, dobbiamo disporre delle credenziali amministrative d’accesso al server, non preoccupiamoci e proseguiamo prmenedo il tasto [b][i]OK[/i][/b]

Ecco la nostra interfaccia [b]Active Directory[/b]. Noterete, per il messaggio precedentemente comunicato, che il servizio è spento (cerchio rosso con lettera “X” in alto a sinistra). Ora ciò che deve essere fatto, è connettersi alnostro Domain Controller. Per fare ciò dobbiamo eseguire tasto destro del mouse sul servizio [b]Active Directory Users and Computers[/b], quindi scegliere l’opzione [b][i]Connect to Domain Controller…[/i][/b]

Ora digitiamo nella textbox il nome del [b]DC[/b], volendo possiamo anche attivare il Flag per salvare i settaggi alla nostra console, quindi premiamo il tasto [b][i]OK[/i][/b]

Un messaggio di warining ci chiederà se vogliamo acquisire i privilegi per amministrare l’interfaccia, ora dobbiamo procedere premendo il tasto [b][i]SI[/i][/b]

Ed ecco finalmente la nostra interfaccia Active Direcoty comodamente lanciata dal nostro client.

Volendo è possibile accellerare ancora il processo creando un batch file che lancia direttamente la console AD con i privilegi amministrativi, in caso il vostro utente del client sia differente dall’utente amministratore di dominio.

[b][u]Vediamo come fare:[/u][/b]

Dal nostro desktop eseguiamo click col tasto destro del mouse, quindi scegliemo [b][i]Nuovo[/i][/b] –> [b][i]Documento di Testo[/i][/b]

Rinominiamo il file chiamamdolo [b][i]Active Directory.bat[/i][/b], quindi confermiamo premendo il tasto [b][i]SI[/i][/b]

Eseguiamo col tasto destro del mouse sull’icona del file appena creato, quindi scegliamo l’opzione [b][i]Modifica[/i][/b], il file verrà aperto con il text editor notepad

Ora scriviamo dentro al file la seguente sintatti: [b][i]runas /savecred /user:revhome\administrator “mmc dsa.msc”[/i][/b], quindi usciamo dal file salvandone il contenuto

Interpretiamo la sintassi appena scritta:

  • [b][i]runas[/i][/b] = esegue il programma chiedendo l’utente col quele vogliamo lanciarlo
  • [b]/savecred[/b] = salva le credenziali della password che dovremo digitare dopo aver lanciato il programma, in questo modo al successivo avvio non ci verranno più richieste
  • [b]/user[/b] = specifica l’utente col quele dobbiamo lanciare il programma, questo deve necessariamente essere un amministratore di dominio o un domain admin
  • [b]revhome\administrator[/b] = è l’utente amministratore del dominio completo di prefisso, dove [b][i]revhome[/i][/b] è il nome del dominio ed [b][i]administrator[/i][/b] è l’amministratore di dominio
  • [b]”mmc dsa.msc”[/b] = [b][i]mmc[/i][/b] è la console di lo snap-in, mentre [b][i]dsa.msc[/i][/b] è la shell di comando per aprire l’Active Directory

Bene siamo quasi pronti, conclusa questa piccola premessa descrittiva, torniamo al nostro file appena salvato sul desktop,  eseguendo doppio click su di esso. Appena il file verrà eseguito ci verrà restituita una finestra shell che ci richiede d’inserire la password dell’utente amministratore del dominio, inseriamola e premiamo [b][i]Invio [/i][/b]

Ecco la nostra interfaccia Active Directory perfettamente funzionanate dal nostro client XP, prossimamente la guida per Vista e Seven dove la procedura è leggermente differente.

Su piattaforma Windows 7 l’installazione è leggermente differenete ma più semplice, in quanto una volta lanciata l’installazione e terminato il wizard, dobbiamo solo attivare i servizi da dentro il pannello di controllo -> Programmi -> Attivazione e disattivazione delle funzionalità di Windows e spuntare le voci realite al pacchetto RSAT , come ci mostra l’immagine sotto:

Vale sempre quato detto precedentemente, ossia nel caso in cui il nostro utente amministrativo sia differente dall’utente corrente del nostro client, possiamo creare uno script tramite file batch o cmd, utilizzando la seguente sintassi:

runas user:mydomain\admin /savecred “mmc %windir%\system32\dsa.msc”

Buona amministrazione a tutti direttamente dal vostro client.

Questo articolo è stato letto 9348 volte !

Condividi:

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.